5 consigli per gestire al meglio i tuoi progetti

5 consigli per gestire al meglio i tuoi progetti

5 consigli per gestire al meglio i tuoi progetti

Come realizzare un progetto di successo e come gestirlo al meglio?
La base da cui partire è l’organizzazione e la strutturazione del progetto stesso: determinare gli obbiettivi da raggiungere, organizzare le fasi intermedie e  tener conto delle eventuali criticità.

Qualsiasi progetto da realizzare ha alla base dei fattori comuni, ecco quindi i nostri 5 consigli per gestire a meglio i tuoi progetti e raggiungere il risultato auspicato.

1.      La comunicazione: chiarezza, precisione e incisività

Comunicare nella maniera adeguata è sempre alla base di ogni tipo di attività, il successo di un progetto non può prescindere da una comunicazione chiara, precisa e incisiva.

Nella definizione di un progetto sarà necessario chiarire a tutti l’obbiettivi che si desidera raggiungere.
Ogni componente del team deve conoscere il suo ruolo e sapere cosa deve fare.
Bisognerà suddividere i compiti, spiegare le modalità per il raggiungimento dei risultati, misurare le performance ed eventualmente correggere l’andamento.
Una comunicazione corretta garantirà una migliore gestione del tempo, un miglior rendimento ed eviterà incomprensioni o peggio ancora screzi e malumori all’interno del team.

 

2.      Project manager – i compiti del responsabile di progetto

Ogni progetto che si rispetti avrà per cominciare un suo project manager.
Ma qual è esattamente il ruolo del responsabile di progetto?

All’interno dell’organizzazione il project manager è la figura responsabile dell’organizzazione, pianificazione e controllo del progetto. E’ colui che deve assegnare i ruoli ad ogni membro del team, garantire il corretto andamento dei lavori, gestire le fasi intermedie, tenendo conto di costi e tempistiche.
Può essere un impiegato dell’azienda o un consulente esterno scelto per un progetto specifico.
Deve avere un’ottima capacità di leadership, capire le necessità del team, veicolare i malumori e gestire le problematiche.
L’empatia è il valore aggiunto del project manager, deve essere dotato di sensibilità per capire tutti membri del gruppo, supportarli ed aiutarli. Saper motivare gli altri è importantissimo per dare la spinta giusta al progetto.

3.      La gestione del tempo

Quante volte ti sarai sentito soffocare dagli impegni, dalle scadenze da rispettare e avere la sensazione di non riuscire a far fronte a tutti gli impegni?
Potrebbe sembrare banale, ma la gestione del tempo è fondamentale per la riuscita di un progetto.
Quando si avvia un nuovo progetto è indispensabile stabilire le priorità e le deadline da rispettare, in modo tale che ogni membro del team sappia cosa fare e con che tempistiche.
Questo modo di procedere assicurerà una maggiore serenità nella gestione degli impegni e non arrivare sotto data con l’acqua alla gola.
È quindi consigliabile stabilire la tabella di marcia da rispettare, lasciandosi un po’ di margine temporale, in modo tale da poter far fronte ad eventuali problemi, risolverli e rispettare comunque le deadline.

4.      Gestione del rischio

La valutazione e l’identificazione del rischio è un momento cruciale per la vita di un progetto.
Incertezze e minacce devono essere evidenziate  già in fase di apertura , per capirne la portata e come queste potrebbero influire sulla riuscita finale del progetto.
La gestione del rischio è una parte fondamentale della pianificazione e non può essere né sottovalutata, né rimandata.
Specifichiamo inoltre che un certo livello di rischio è insito in ogni progetto, non se può fare a meno, la sua gestione infatti consiste non nell’azzerarlo (sarebbe impossibile), ma nel trovare delle soluzioni ancor prima che i problemi si manifestino.

 

5.      Dotarsi dei Software adeguati

I giusti software vi semplificheranno la vita, vi permetteranno di risparmiare tempo, muovervi in maniera più flessibile e adeguata all’interno del gruppo e tra i compiti da svolgere.
Pensate a quanto tempo sprecato dietro riunioni infinite, passaggio di file da un computer all’altro, telefonate e mail superflue.
Il giusto software azzererà i tempi morti e agevolerà la sincronizzazione dei processi.
Serve soltanto cercare i software più idonei al vostro ambito lavorativo e il gioco è fatto.
Riuscirete a concentrate gli sforzi senza inutili dispersioni di energie.
La tecnologia deve aiutarci, oggi sono presenti sul mercato software di ultima generazione che mettono insieme le informazioni, le lavorano e  danno indicazioni su come ottimizzare i processi.
Basta grafici incomprensibili e programmi con interfacce dalla difficile interpretazione.

I software giusti ti semplificheranno la tua vita e quella degli altri membri del team!

In ogni progetto che si rispetti, la conclusione coincide con la fatturazione.
Dovresti trovare un software che agevoli questa operazione, ma non è necessario. Clicca qui per scaricare il modello fattura.

 


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *